Concorso antologia “SERIAL KILLER”


Su Facebook, luogo d’incontri e grande fermento per gli scrittori, nasce il gruppo “SERIAL KILLER ANTOLOGIA” con lo scopo di creare un’antologia di racconti su questo argomento (l’argomento dei racconti a tema comune è stato deciso dai primi partecipanti che hanno aderito). Il gruppo è raggiungibile a questo indirizzo http://www.facebook.com/groups/411615998881556/.

 
Di seguito il bando del concorso che troverete sempre aggiornato nei documenti del gruppo facebook.

 

PREMESSA
   Questo concorso per l’antologia “Serial killer” è nato per riunire un gruppo di esordienti scrittori e no
per la creazione di un libro con il tema comune del serial killer.

TEMA
   Il tema è il serial killer visto in qualsiasi stile narrativo, genere e ambientazione. Può avere una forma ironica, grottesca, horror, splatter, fantascientifica, psicologica e altro ancora. La linea fondamentale è parlare di un assassino seriale nelle sue innumerevoli sfumature, anche stravaganti e fuori dalla norma. Bisogna seguire la linea del tema ma proporla con fantasia e audacia. Il serial killer può anche non essere un uomo, ma una macchina, un animale, un gruppo. Esplorate ogni tipo di creatività per il tema.

SPECIFICHE DEL RACCONTO
   I racconti dovranno avere un minimo di 5.000 caratteri spazi inclusi e un massimo di 15.000 caratteri, essere in formato A5 (con prove di stampa in word troverete subito la possibilità di cambio formato), con font Times New Roman 12, e con la dicitura nel corpo dell’e-mail: – Io sottoscritto (nome e cognome) autorizzo l’utilizzo della mia opera (titolo) ai fini del progetto: “ Serial killer antologia”, raccolta di brani pubblicata tramite: “ilmiolibro.it” -, e dovranno essere spediti alla seguente e-mail, entro e non oltre il 30 novembre 2012: [email protected]

GIUDIZIO
   I testi pervenuti saranno tutti presi in considerazione e vagliati con critica, preferendo qualità e immaginazione, e conseguentemente valutati da due integerrimi selezionatori.

Man mano che i testi verranno letti troverete nel gruppo facebook : “SERIAL KILLER ANTOLOGIA” la lista dei racconti ammessi e di quelli scartati
Il libro sarà pubblicato con ilmiolibro.it.

Anche in questo concorso mi è stato chiesto di fare da giudice per vagliare e valutare le potenzialità delle opere in gara. Si vede che la buona critica sempre più spesso ripaga.

 
CHE ASPETTATE? PARTECIPATE ANCHE VOI!

5 commenti su “Concorso antologia “SERIAL KILLER””

  1. Però strano che sia un termine usato proprio, per questo visto che l’ho estrapolato dal mio romanzo ancora inedito, intervenendo su Face book… Perpletto perchè… non so come comportarmi in questi casi, metterò il Copyright non sulla parola, serial killer usata anche in sede di psicoanalisi o, per descivere comportamenti sociali, ma sull’altra via, un pò più originale. Comunque grazie,il punto è che esprimersi cin se stessi è essere già autori ed editi di grandi teorie,se non altro essersi capiti, il coraggio ci vuole pubblicando.
    Grazie Patrizia

  2. Ciao Patrizia, non ho ben capito lo scopo del tuo commento, mi sono perso tra i significati del periodo e nel copyright 😀

  3. infatti era un pensiero del genere: quanto diritto c’è nel copyricht del pensiero e del cervello, rispetto a quello reale sancito da contratti o leggi o isrcizioni all’albo, o altro. Come sono i significati? Aiuto!!! Ti capisco, era una paura empatica, di seriali che ascoltano o altre fantasmagoriche caratteristiche e poteri, che portano a negare il pensiero spappolandoti il cervello basadosi poi, sul fatto che capita di star male e chi può dire che non dipenda dalla salute ma da loro, come di far ricadere questa cosa strana, sotto altre diciture secondo le quali, c’è chi non si esimierebe dal darti consigli contro le negatività, tipo sali e rimedi da arsenico e vecchi merletti,… solo Dio no?! Ma sono presenze che rompono i coglioni gli occhi addosso, che non si fanno i cazzi loro e ti tirano via il pensiero da una concentrazione personale per farti fare i cazzi degli altri, come se tu la dovessi pensare ed intendere come loro la vita. Uno schifo! Ma sono contenta di ciò che ho nel cuore e di ciò, che ho scritto fin ora. Anche di questo insomma, due parole tra magia e psioanalisi collegata al mondo della violenza, psio fisica per sensibilità negate, nei confronti delle quali essere brave persone non basta mai. Sto scrivendo di questo e lo sanno altre persone poche però,… volendo potevo già essere pubblicata, ma non mi decido, devo trovare un’amicizia che legga diversamente da come lo faccio io per vedere se la cosa è oggettivamente senza ombra di dubbio presentabile. Pensavo all’ipotesi di veder pubblicate le proprie parole, il proprio racconto da queste empatiche emozioni che,… dicono di amare e comunicano amore poi vedi o senti qualcosa che proprio non va giù nemmeno all’Altissimo, ma lasciamo stare e amiamo. Grazie spero tu ti sia ritrovato. Un abbraccio

I Commenti sono chiusi.